Giovedì 23 Ottobre 2014

Ultima modifica:12:20:18 GMT

RSS

Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel
Tu sei qui: Attualità

Attualità

Salvataggio di un assolo ferito grazie a volontari Enpa

  • PDF

Assolo-ischiaMartedi 22 aprile, giungeva una segnalazione di un Assolo ferito in una proprietà privata ai piedi della collina dello Schiappone. Tempestivamente sul posto sono giunte le guardie zoofile della Kronos N.O.A., dopo un accurata analisi resisi conto che l’animale presentava una frattura all’ala destra lo hanno consegnato ai volontari Enpa ischitani, che hanno subito provveduto al trasporto presso l’ospedale Frullone di Napoli.

28 Aprile – Inizio Corso “Mediatore Professionista”

  • PDF

UCCLILa UCCLI Ischia e l’Odcec di Napoli comunicano che lunedì 28.04.2014 avranno inizio le lezioni per il “Corso Mediatore Professionista” organizzato dall’Organismo di Mediazione Medì.
Destinatari del corso:
• Professionisti iscritti ad un ordine o a un collegio professionale
• Laureati (anche con titolo triennale)

Il corso ha una durata complessiva di 54 ore ed è aperto ad un numero massimo di 30 partecipanti.

Giustizia nell’amministrazione: ieri come oggi dall’insegnamento dell’altro Silvio

  • PDF

silvio spaventaHo incontrato Silvio Spaventa (1822-1893) nell’”Intervista sul non-governo” che nel 1977, due anni prima della morte, Ugo La Malfa (1903-1979), uno dei padri nobili della Repubblica, esponente del Partito d’Azione e poi del Partito Repubblicano che definiva “coscienza critica della sinistra”, rilasciò ad Alberto Ronchey.

La Malfa – che nel 1951 come Ministro del Commercio con l’Estero- attuò la “liberalizzazione degli scambi” che fu fattore decisivo per il “miracolo economico italiano” degli anni ‘60 ricorda come affidò ai direttori generali , sulle indicazioni del Ministro, la firma dei permessi di importazione che prima di lui dovevano passare al vaglio ed alla firma del Ministro.

“Secondo me – disse La Malfa – il potere discrezionale con cui l’autorità politica governa, il richiamare a sé tutte le richieste di concessioni, costituisce un cattivo esercizio della potestà di governo… mi capitò di leggere una splendida pagina di Silvio Spaventa su questo. Diceva: mai potere discrezionale. Tuttora, secondo me, uno fra i motivi della degenerazione amministrativa e politica, del malcostume, è nel rapporto alterato fra l’autorità politica e l’amministrazione”.

Trentasette anni dopo quell’affermazione di La Malfa – che è stato uno dei più convinti e più coerenti sostenitori della politica di Programmazione Economica da lui avviata come Ministro del Bilancio nel 1962 con la famosa “nota aggiuntiva” al bilancio dello Stato e della svolta a sinistra con la richiesta di “assunzione di responsabilità di Governo” ai socialisti del PSI – conserva pienamente attualità: nella riforma della Pubblica Amministrazione ci troviamo in Italia nelle stesse condizioni. E’ sempre sul tappeto, nella sua tragica “irrisolvibilità”, la questione della “degenerazione amministrativa e politica”, del “malcostume”, del “rapporto alterato fra l’autorità politica e l’amministrazione”. Sono cambiati i Governi e le classi dirigenti, è caduta una “prima Repubblica” e ne è nata un’altra, sostanziale più che formale, sono scomparsi i partiti “costiutenti” come la DC, il PCI, il PSI, il PLI, e sono nati nuovi partiti sull’onda della cosiddetta obsolescenza delle ideologie e della caduta storica del comunismo che si chiamano Partito Democratico e Forza Italia ed è nato un nuovo “cesarismo” con il ventennio di Silvio Berlusconi; ci sono state nuove leggi di riforma della Pubblica Amministrazione soprattutto negli anni ‘90 con le iniziative del Ministro Franco Bassanini.

“Il Capitano mette le ali”

  • PDF

ischiamar 3Nuovo collegamento Lacco Ameno - Mergellina

Capitan Morgan SpA rende noto che in recepimento di specifica richiesta, i competenti Organi e Uffici della Regione Campania hanno concesso autorizzazione per effettuare il servizio di trasporto marittimo passeggeri per la tratta Lacco Ameno - Mergellina e viceversa.

Il collegamento sarà operato nel periodo compreso tra Venerdì 13 Giugno, data della corsa inaugurale, e Domenica 14 Settembre, nei giorni di venerdì, sabato e domenica, con una frequenza di quattro corse giornaliere verso la terraferma e altrettante in rientro.

Questa iniziativa si prospetta come una valida e opportuna alternativa di collegamento con Napoli, la sua storia, le sue bellezze e le sue tradizioni per gli Ospiti che sceglieranno l’isola d’Ischia per la propria vacanza e prevede una tempistica di collegamento di circa cinquanta minuti.

Orario Linee EAVBUS giorno di Pasqua 20 aprile 2014

  • PDF

Avviso-Pasqua-2014-IschiaSi porta a conoscenza dei sigg. clienti che nel giorno di Pasqua 20 aprile 2014, le prime partenze dai capilinea di Ischia, Casamicciola e Forio porto avranno inizio dalle ore 7.00 mentre le ultime partenze dai capilinea saranno le seguenti:
CIRCOLARE DESTRA (PORTO-BARANO-C.GRADO-FORIO-PORTO) 12.30
CIRCOLARE SINISTRA (PORTO-FORIO-C.GRADO-BARANO-PORTO) 12.30
1 (PORTO-FORIO-CAVA GRADO) 11.45
3 (PORTO-CASAMICCIOLA-P.ZZA MAIO e Rit.) 12.25
4 (CASAMICCIOLA-FANGO-LACCO e Rit.) 12.15
5 (PORTO-MARONTI e Rit.) 12.40
6 (PORTO-FIAIANO e Rit.) 12.20
7 (PORTO-PONTE e Rit.) 13.30
14 (CASAMICCIOLA-FANGO-FORIO e Rit.) 12.05
C12 (PORTO-CARTAROMANA-CAMPAGNANO-PORTO) 13.00
C13 (PORTO-CAMPAGNANO-CARTAROMANA-PORTO) 12.35
16 (CASAMICCIOLA-VIA CRETAIO e Rit.) 12.30
22 (FORIO PORTO-CITARA-FORIO PORTO-MONTERONE-FANGO-VIA SPINAVOLA-FORIO PORTO) 13.10
IL SERVIZIO RIPRENDERA’ DALLE ORE 15.00 ALLE ORE 1.00 E SARA’ ASSICURATO SULLE SEGUENTI LINEE COME DI SEGUITO SPECIFICATO:

Il fascino dell’Europa e l’ammirazione per i tedeschi

  • PDF

merkel.ischiaBisogna togliersi il cappello di fronte ad una donna, una donna di Stato o una statista, come Angela Merkel, la Cancelliera della Repubblica Federale Tedesca, la donna più potente d’Europa, più “bersagliata” per la politica del “rigore” che vuole imporre all’Unione Europea soprattutto ai due Paesi più in difficoltà finanziarie che sono l’Italia e la Grecia.

Questa donna così potente che ha dedicato tutta la sua vita al suo Paese che è stato diviso per 50 anni contro la Storia, la Geografia e l’Umanità pagando un costo altissimo per gli errori tremendi della più tremenda dittatura mai vista nella Storia con lo spargimento di sangue anch’esso mai visto nella Storia con la seconda guerra mondiale (1939-1945), nata nella Germania dell’Est, quella chiamata DDR con l’”imposizione” di un regime comunista che distruggeva la libertà e le coscienze, diventa per sette giorni all’anno una semplice turista tedesca, come è sempre stata, e sceglie da anni quell’angolo meraviglioso dell’isola d’Ischia che si chiama S. Angelo per bagnarsi nell’acqua termale, passeggiare sulle colline ai piedi del Monte Epomeo, imbarcarsi su un gozzo per una gita nel mare dei Maronti, sedersi ad un bar della Piazzetta e prendersi un “cappuccino” e scambiare qualche parola con la gente del villaggio. Fa le stesse cose che hanno fatto migliaia e migliaia di semplici turisti tedeschi.

Appena arrivata a Napoli con il marito ha visitato Pompei ed ha pagato il biglietto, consumato una piccola colazione, vista la Villa di Poppea a Torre Annunziata e l’Acropoli di Pozzuoli e poi ha preso il traghetto ed è venuta ad Ischia. Avesse avuto più tempo sarebbe andata nel Convento di San Domenico Maggiore nel centro storico di Napoli a vedere la “mostra impossibile” di Leonardo, Raffaello, Caravaggio, l’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità digitale, per avere contezza del genio dell’Italia sparso per il mondo. Angela offre alla classe politica italiana un esempio di stile, di servizio allo Stato, di divisione netta tra la potenza del Potere e l’umiltà comune di una donna di cultura. Offre un esempio di affetto e di stima per l’Italia, per la sua grande Storia, per la sua gente grande e piccola, per le sue bellezze naturali, che dobbiamo conservare con il medesimo sentimento.

La Memoria con la musica nel cuore dei ragazzi

  • PDF

la preside mattera due con premiatiLa XIX Edizione del Premio Vincenzo Mennella per ragazzi italiani della scuola media

Circa seicento ragazzi della scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale (ex scuola media) hanno preso parte – guidati dai loro docenti – alla XIX edizione del concorso nazionale di musica “Vincenzo Mennella” svoltosi a Casamicciola dal 9 all’11 aprile per iniziativa dell’Istituto Comprensivo “Enrico Ibsen” guidato con encomiabile passione e competenza dalla Preside, dottoressa Lucia Mattera Fralliciardi che nel suo impegno di educatrice non dimentica mai di essere Figlia di Casamicciola.

E per Casamicciola – perennemente in crisi politica da decenni con conseguenze gravi sulla sua vita civile – questo Premio dedicato alla memoria del prof. Vincenzo Mennella (1923-1995), docente alla scuola media “Giovanni Scotti” di Ischia dalla fondazione negli anni ‘50 del ‘900 e poi Preside della scuola media di Casamicciola e Lacco Ameno negli anni ‘70, educatore fondamentale per almeno tre generazioni di isolani ed ancora Politico lungimirante nella sua qualità di Sindaco di Lacco Ameno per oltre trent’anni, rappresenta la manifestazione culturale più importante dell’anno, l’occasione annuale per testimoniare la fedeltà ad un insegnamento ma anche la vitalità culturale di una piccola comunità che rifiuta la decadenza dove la Scuola è il baluardo tenace contro il degrado dei costumi.

Tutto l’Istituto Comprensivo “Enrico Ibsen”– dirigenza, corpo docente, personale non docente – partecipa all’organizzazione di questa manifestazione. Vi partecipa anche chi il Premio lo ha fondato nel 1996 e che è ormai in pensione ed ha insegnato la materia lontanissima dalla musica che è la matematica come la professoressa Rosanna Limatola certa di partecipare non solo al ricordo di un Maestro come Mennella ma ad una occasione commovente per la bellezza della gioventù che studia e cresce con l’Istruzione.

Riapriamo Cava. Domani si scende in Piazza. Tutti sono invitati a partecipare

  • PDF

pro-cava-isolaDomani, sabato 12 Aprile, il popolo indignato stanco dell'Amministrazione, si riunisce in Piazza Cerriglio (Monterone) alle 10.30 con il fine di riunire un corteo che vede come obiettivo principale la riapertura dei tratti agibili e l'immediata messa in sicurezza dell'unica spiaggia ancora libera: Cava dell'isola.

Formazione per Mediatore Civile e Commerciale

  • PDF

mediatoreLa mediazione in materia medica e sanitaria: le novità del DL Fare

La UCCLI Ischia e l’Odcec di Napoli  sono promotori per il prossimo mese di Aprile del “Corso Mediatore  Professionista”  organizzato dall’Organismo di Mediazione Medì. Il corso è  aperto ai professionisti iscritti ad  un Ordine  o Collegio professionale o a chi sia in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di laurea triennale, ha una durata di 54 ore (D.M. 180/2010) e viene erogato in 6 giorni ad Ischia (venerdì, sabato). Il corso prevede una parte teorica e numerose esercitazioni pratiche, tra cui la conciliation room, un’esperienza didattica innovativa con la quale si simulano le varie fasi della procedura di mediazione. Le modifiche introdotte dal D.L. n. 98/2013 (Decreto del Fare), convertito con modificazioni nella L. n. 98/2013, stabiliscono che la mediazione è obbligatoria, oltre che nei casi di responsabilità medica, anche nei casi di responsabilità sanitaria intesa come la responsabilità degli esercenti professioni sanitarie ossia per quelle controversie aventi ad oggetto il risarcimento del danno derivante da rapporti instaurati tra paziente e struttura sanitaria pubblica o privata.

Il legislatore prende atto ormai dell’evoluzione giurisprudenziale in materia e della sostanziale equiparazione, sotto il profilo della responsabilità nei confronti del paziente, fra la prestazione del medico e quella della struttura sanitaria, sul presupposto che il rapporto che si instaura tra il paziente e la struttura sanitaria (pubblica o privata) deve qualificarsi alla stregua di un contratto d’opera professionale. Pertanto, anche la responsabilità dell’ente ospedaliero o clinico, dovendo considerarsi come disciplinata dalle norme che regolano la responsabilità professionale medica, è stata correlata alla disposizione di cui all’art. 2236 c.c.

In questo modo, oltre alla classica responsabilità del medico quale prestatore d’opera intellettuale nei confronti del paziente vengono ricondotte nell’ambito della mediazione obbligatoria quelle fattispecie che attengono a prestazioni proprie delle strutture sanitarie inquadrate dalla giurisprudenza di legittimità nel c.d. rapporto da contatto sociale e nei contratti di spedalità.