Mercoledì 30 Luglio 2014

Ultima modifica:14:18:38 GMT

RSS

Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel
Tu sei qui: Attualità

Attualità

Il Diciassettesimo punto per Casamicciola

  • PDF

grafico-casamicciolaMercoledì 10 settembre 1997 cioè circa DICIASSETTE anni fa partecipai ad un “work shop riservato ai Comunicati Pubblici” a Roma al Residence di Ripetta nella mia qualità di funzionario responsabile dell’Ufficio Stampa e Comunicazione della Provincia di Napoli organizzato dal CENSIS.

Il direttore generale del CENSIS, Giuseppe Roma, dichiarò che essendo oltre il 60% delle risorse degli enti locali di propria competenza un buon amministratore “deve saper fare marketing per trovare nuove risorse finanziarie”. Se un Comune non ha una struttura burocratica ed una direzione politica capace di ricercare finanziamenti in tempo di “federalismo fiscale” è avviato verso il baratro. Quel seminario mi rimase talmente impresso che ne ricavai un articolo-saggio che uscì su il “Roma”, “Il Golfo” e la rivista ufficiale dell’Unione delle Province d’Italia (UPI).

“Dai funzionari la rivoluzione copernicana negli enti locali” si intitolava l’articolo che è anche contenuto nel mio libro “Ischia, l’isola che non c’è”(1999-Editoriale Ischia ) il quale contiene soprattutto tutta l’azione pubblica promossa nell’isola d’Ischia per avviare la cosiddetta “Programmazione Negoziata” con il “patto territoriale con l’assistenza dell’Ufficio Studi del “Banco di Napoli” “per promuovere lo “sviluppo locale” come in quegli anni andava proponendo il prof. Giuseppe De Rita, segretario generale del CENSIS ed anche presidente del CNEL.

Al cinema con l’istituto “Mennella” per non dimenticare la Shoah

  • PDF

locandina shoah mennella

Un'ulteriore iniziativa della scuola isolana per interrogarsi sugli orrori della storia.

Una riflessione collettiva sull'importanza della memoria nella storia e nel bagaglio etico di un popolo civile è il fulcro di un incontro pubblico, organizzato dall'Istituto d'Istruzione Superiore "Cristofaro Mennella", che si terrà martedì 4 febbraio 2014 prezzo il Cinema Delle Vittorie di Forio a partire dalle ore 9.30.

Convegno Autmare a Procida

  • PDF

procidaSi è concluso a Procida l’annunciato incontro promosso da Autmare sulle tematiche marittime. Un incontro-dibattito alla luce del sole, con annunci anche tramite altoparlante per le strade dell’isola, che cade in coincidenza dello sciopero dei lavoratori Caremar sostenuto dalla filt-cgil non tanto per rivendicazioni sindacali quanto affermare scelte aziendali che siano a sostegno della loro dignità professionale che non esclude preoccupazioni nel campo della sicurezza laddove agli straordinari “fuori legge” si aggiungono carenze per la normale manutenzione.

Al tavolo della Presidenza l’Autmare proponente ed il Sindacato nella persona del Direttore Maltese anche nella qualità di Consigliere Nazionale dell’Uslac/Uncdim/Smacd che condivide perfettamente i contenuti della piattaforma CGIL.

All’inizio il doveroso ricordo di Pasquale Mazzella con un applauso scrosciante che ha fatto rivivere momenti di emozione di forte intensità in tutti, anche per “ la tenacia e l’entusiasmo che il Sindacalista delle isole ha profuso per una vita nelle sue battaglie a fianco dei lavoratori, marittimi in particolare.”

Iscrizioni scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado - a. s. 2014/2015

  • PDF

come-diventare-maestra-di-scuola-elementare a9df243376ff0e0069d7556540992043Si comunica che con la C.M. n. 28 del 10 gennaio 2014, il M.I.U.R. ha diffuso le istruzioni relative alle iscrizioni nelle Scuole dell’Infanzia e del primo ciclo di istruzione (scuola Primaria e Secondaria di I grado) per l’anno scolastico 2014/2015, fissando al 28 febbraio 2014 il termine di scadenza per le iscrizioni.

Le domande possono essere presentate dal giorno 3 febbraio 2014, tenendo presente che, nello specifico, per le Scuole Primaria e Secondaria di I grado, le famiglie possono già avviare la fase della registrazione al portale delle iscrizioni on line dal 27 gennaio p.v..

Come per lo scorso anno, in base a quanto disposto dalla legge 135/2012, recante “Disposizioni urgenti per la razionalizzazione della spesa pubblica”, le iscrizioni dovranno essere effettuate esclusivamente on line, per tutte le classi iniziali dei corsi di studio della scuola Primaria, Secondaria di I grado e Secondaria di II grado. Sono escluse da tale procedura le iscrizioni alla scuola dell'Infanzia.

Per l'iscrizione on line alla scuola Primaria e Secondaria di I grado, le famiglie dovranno:

  • individuare la scuola d'interesse
  • compilare la domanda in tutte le sue parti e inviarla attraverso il sistema “iscrizioni on line” raggiungibile dall'indirizzo web www.iscrizioni.istruzione.it

L’abusivismo edilizio e la lunga notte del PD

  • PDF

abusivismo1Ha voglia Fabrizio Barca, il migliore dirigente che abbia il Partito Democratico soprattutto per quello che gli inglesi chiamano il “background” cioè la sua formazione culturale ed il suo impegno professionale che negli ultimi vent’anni ne ha fatto il più serio sostenitore delle politiche di coesione economica e sociale del Mezzogiorno, di andare in giro per l’Italia per “radicare sul territorio” il nuovo Partito Democratico anche con le sue coraggiose iniziative per sprigionare lo sviluppo locale come quella dei “Luoghi Ideali”. Sul territorio, sui territori, il Partito Democratico non esiste non ha né strutture – come un tempo erano le sezioni della DC, del PCI, del PSI, del PRI i partiti progenitori - e soprattutto non ha dirigenti validi, preparati, colti che i partiti progenitori mandavano gradualmente nelle Istituzioni prima nel piccolo consiglio comunale del paese, poi a quello della Provincia e poi alla Regione ed al Parlamento quando la maturità era completa o il talento precoce evidente. Il PD è lontanissimo dai problemi dei territori. Più è complesso il territorio più i “democratici” ne sono lontani.

La riflessione mi è venuta alla penna leggendo la cronaca ed i commenti del disegno di legge approvato al Senato per iniziativa del senatore Ciro Falanga di Forza Italia sostenuto dal senatore Domenico De Siano, ischitano e coordinatore della Campania del partito di Berlusconi, con il quale “si allontanano le ruspe per gli abusi edilizi di necessità” come per dichiarazione del sen. Falanga mentre il sen. De Siano afferma di stare “mantenendo gli impegni con l’elettorato. Abbiamo accolto il disagio delle famiglie. Non è un condono mascherato”.

Finanziamenti alle PMI fino per l’efficienza e risparmio energetico

  • PDF

green economy 2Pubblicato il decreto ministeriale 5 dicembre 2013 che prevede l’erogazione di agevolazioni in favore di imprese localizzate nelle Regioni dell’Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) per la realizzazione di programmi d’investimento finalizzati alla riduzione e razionalizzazione dell’uso dell’energia nei cicli di lavorazione.

Le risorse finanziarie disponibili sono pari a e 100.000.000. Una quota pari a € 60.000.000 è riservata alle micro, piccole o medie imprese. Nell’ambito di quest’ultima è istituita una sotto-riserva pari € 15.000.000 della stessa è destinata alle micro e piccole imprese.

Beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che, alla data di presentazione della domanda, siano costituite da almeno due anni ed iscritte nel Registro delle imprese. Per le imprese di servizi, è necessario siano costituite in forma societaria.

Non sono ammissibili alle agevolazioni le imprese della siderurgia, cantieristica navale, industria carboniera e fibre sintetiche e della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

Interventi ammissibili

I programmi d’investimento ammissibili devono prevedere il cambiamento fondamentale del processo di produzione svolto all’interno di un’unità produttiva esistente, tale da ottenere una riduzione dei consumi di energia primaria almeno 10% mediante uno o più dei seguenti interventi:

  • isolamento termico degli edifici al cui interno sono svolte le attività economiche (es. rivestimenti, pavimentazioni, infissi, isolanti, materiali per l’eco-edilizia, coibentazioni compatibili con i processi produttivi);
  • razionalizzazione, efficientamento e/o sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica ed illuminazione, anche se impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici (es. building automation, motori a basso consumo, rifasamento elettrico dei motori, installazione di inverter, sistemi per la gestione ed il monitoraggio dei consumi energetici);
  • installazione di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi;
  • installazione, per sola finalità di autoconsumo, di impianti per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva oggetto del programma d’investimento, ovvero per il recupero del calore di processo da forni e/o impianti che producono calore, o che prevedano il riutilizzo di altre forme di energia recuperabile in processi ed impianti che utilizzano fonti fossili.

Arriva il modello RLI Registrazione easy per gli atti privati

  • PDF

nuovo-modello-RLI-registrazione-contratto-affittoDiventa più semplice registrare i contratti di locazione immobiliare. A partire dal 3 febbraio, infatti, i contribuenti potranno adempiere a tutti gli obblighi legati alle locazioni direttamente online grazie al nuovo modello RLI che, tra le altre novità, consentirà di allegare una copia del testo contrattuale. Questa misura, introdotta da un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, fa parte del pacchetto delle semplificazioni fiscali presentate nella conferenza stampa dello scorso 3 luglio.

Ricordo di Pasquale Mazzella La concretezza di un comunista

  • PDF

maria e pasquale mazzellaE’ stato per tutta la sua lunga vita un comunista concreto e coerente Pasquale Mazzella ed ha dedicato la sua esistenza alla causa dei lavoratori. E’ stato comunista prima di tutto nei suoi comportamenti di vita, nel suo rigore morale, nel suo impegno nel sindacato e cioè l’organizzazione di chi riceve il salario per vivere e che si deve confrontare con il “padrone” che il capitalismo chiama “imprenditore e che punta alla massimizzazione del suo compenso che si chiama “profitto”. E’ stato per mezzo secolo sindacalista dei lavoratori del mare sempre nell’organizzazione CGIL di Di Vittorio; i marittimi del golfo di Napoli che fanno una vita durissima e rischiosa fra le onde ed i venti rischiando spesso la vita ma in ogni caso tornando a casa alla sera stremati dopo dodici o sedici ore di lavoro. Pochi mestieri sono più usuranti del marittimo nel golfo di Napoli.

Pasquale Mazzella per anni ed anni si è battuto affinché tutti i marittimi nel golfo di Napoli sia dell’armamento pubblico sia per quello privato avessero un sol contratto, uguali diritti, uguali doveri. Si è battuto affinché anche gli utenti del mare avessero diritti e doveri; che anche i collegamenti marittimi fossero considerati come una leva fondamentale per lo sviluppo economico e sociale delle isole del Golfo di Napoli.

Iniziativa a Procida, domenica 26 genn. alle ore 10 sede comunale

  • PDF

procidaChe ci sia necessità di dare un nuovo assetto al trasporto marittimo del Golfo di Napoli - che sia di diritti, di liberalizzazione del mercato, di qualità, di sicurezza - è ormai un’esigenza ineluttabile: lo dicono i fatti, l’avvertono tutti!

Lo dicono soprattutto i lavoratori ed pendolari del mare e gl’imprenditori dei trasporti con i loro camionisti, lo dice la gente comune, chi è costretto a portarsi “ sulla terraferma” per esigenze di salute. Ma poco, ancora troppo poco, è l’impegno che emerge nella politica locale ed in tanti settori produttivi, dal turistico al commerciale al mondo imprenditoriale e categoriale.

Come uscire dall’arte di arrangiarsi dei singoli, dalla rassegnazione collettiva che caratterizza le realtà isolane? Le forze politiche regionali non appaiono interessate alla tematica che trattano solo occasionalmente per dovere e nei tempi morti; i sindaci continuano ad essere divisi e privi di un progetto unitario, il sindacato è spaccato e fuori contesto e, spesso, anche incerto laddove emerge un sussulto di identità sindacale.