Giovedì 10 Luglio 2014

Ultima modifica:08:58:55 GMT

RSS

Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel
Tu sei qui: Attualità

Attualità

S. Angelo e la Primavera del Villaggio

  • PDF

S. Angelo di mattina“E’ stato il paesaggio il fattore più importante che ha contribuito a farmi legare a questa terra”. Lo diceva Werner Gilles (1894-1961), uno dei più importanti pittori tedeschi del XX secolo e fra i maggiori esponenti dell’espressionismo tedesco che il nazismo considerava “arte degenerata” tanto da mettere all’indice tutti gli artisti fino a perseguitarli. Gilles si rifugiò dal 1937 al 1941 in una casetta di pescatori qui a S. Angelo e dopo la guerra venne a vivere quasi stabilmente qui almeno per 10 anni dal 1951 al 1961. Credo che sia morto a S. Angelo in quest’angolo meraviglioso dell’isola d’Ischia posto sul versante meridionale dove la primavera arriva prima e l’estate dura più a lungo. E’ oggi la prima domenica di primavera e con Carlo, l’amico che mi accompagna nelle toccate e fuga agli angoli dell’isola, oggi siamo venuti.

Con la primavera S. Angelo riprende a vivere. Ricomincia la lunga estate con la riapertura dei negozi di ceramiche alla via “Chiaia di Rosa”, chiamata così in ricordo di una fanciulla di S. Angelo.

Forse oggi a S. Angelo c’è l’equinozio di primavera.

Può essere il 19, il 20 o il 21 marzo e quest’anno, per la settima volta consecutiva sarà il 20 marzo. L’equinozio di primavera, infatti, contrariamente da quello che abbiamo imparato da bambini e da quanto stabilito inizialmente dal Concilio di Nicea nel 325 d.C. e poi confermato nel 1582 da Papa Gregorio XIII, non cade necessariamente il 21 marzo. La semantica ci dice che , con il termine equinozio, ci si dovrebbe riferire non a un giorno, ma a un istante. Quello in cui il Sole attraversa, passando dall’emisfero australe a quello boreale in marzo e viceversa in settembre durante l’equinozio di autunno, l’orizzonte celeste e tocca il cosiddetto punto vernale: ovvero l’intersezione tra l’eclittica e l’equatore celeste. Questo istante nel 2014 cade alle 17:57 in Italia del 20 marzo.

Formazione per Mediatore Civile e Commerciale

  • PDF

mediazione“L’Istituto della mediazione si rivela decisivo per sfoltire tempi e carichi di lavoro della magistratura. A quanto riferisce l’Agenzia delle Entrate, più della metà delle controversie di natura fiscale, per importi fino a 20mila euro, si risolve senza bisogno di andare a processo. Sono 72mila le mediazioni che si sono chiuse con un accordo, su circa 125mila che sono state attivate dal 2 aprile del 2012 al 2 ottobre del 2013. Ciò significa che la procedura ha funzionato nel 57 per cento dei casi; 97 volte su cento, invece, la pratica si è chiusa nell’arco di 90 giorni al massimo, riducendo notevolmente il tasso di litigiosità nei contenziosi tributari.

La UCCLI Ischia e l’Odcec di Napoli sono promotori per il prossimo mese di Aprile del “ Corso Mediatore Professionista” organizzato dall’Organismo di Mediazione Medì aperto ai professionisti iscritti ad un Ordine o Collegio professionale o a chi sia in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di laurea triennale.

La mediazione è obbligatoria nei casi di controversia in materia di: condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, da responsabilità medica, sanitaria e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari.

Equinozio di primavera e riapertura dei Giardini Ravino 21 marzo 2014

  • PDF

appuntamenti-ravinoI visitatori potranno avere di nuovo accesso al nostro parco botanico, come sempre, lunedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica, dalle 9.00 alle 18.00

Chiuso Martedì e Giovedì

Costo del biglietto d’ingresso: - 9 €. tariffa intera - 6. €. tariffa ridotta per bambini da 3 a 12 anni e residenti isolani. Su prenotazione si effettuano visite guidate per gruppi e scolaresche.

Enpa di Napoli: nasce la nuova delegazione ad Ischia

  • PDF

ENPAIschia. Da pochi giorni l’Enpa in Campania si è arricchita della nuova delegazione di Ischia.

Microclima e fertilità del suolo sono i due aspetti che spiegano la ricchezza della vegetazione spontanea dell’isola . L’appellativo di “isola verde”, l’altro nome con cui Ischia è conosciuta in tutto il mondo, non è perciò una trovata pubblicitaria ma la realtà di un territorio talmente ricco di boschi sempreverdi, pinete, macchia mediterranea, specie vegetazionali rarissime da poter essere paragonato a poche altre realtà del Mediterraneo occidentale, e non solo.

In un territorio simile la presenza dell’Enpa è fondamentale, infatti si è assistito nei giorni scorsi a fenomeni di cani sparati o gatti impiccati, inoltre l'isola geograficamente è il fulcro della migrazione sia primaverile che autunnale di moltissimi uccelli.

Al momento i volontari guidati dal delegato Paolella Carmela, stanno assicurando la sopravvivenza di un centinaio di girini del rospo smeraldino, una specie a rischio di estinzione e protetta dalla Convenzione di Berna, che ha cercato di difendere la "fauna minore" disponendo un veto indiscriminato e spesso irrazionale sulla detenzione di tutti i rettili ed anfibi europei.

D’altronde, pur avendo l’Italia accolto le disposizioni contenute nella convenzione di Berna per la protezione della fauna, della flora e degli habitat naturali, poco si è fatto a favore della cosiddetta “Fauna minore”. Eppure nel preambolo della legge n. 503 del 5 agosto 1981 emanata a seguito della Convenzione di Berna si legge all’articolo 3 “Ogni Parte contraente adotterà le necessarie misure affinché siano attuate politiche nazionali per la conservazione della flora e della fauna selvatiche e degli habitat naturali, con particolare riguardo alle specie in pericolo di estinzione e vulnerabili, e soprattutto alle specie endemiche nonché agli habitat minacciati, conformemente alle disposizioni della presente Convenzione”.

Un bilancio del «dare e avere» con l'Europa per ritrovare un nuovo protagonismo dell’Italia

  • PDF

euroSiamo il terzo contribuente netto dell’Ue, pur essendo al 12° posto per Pil pro-capite: nel 2012 versati 16,4 miliardi di euro e ricevuti indietro 10,7 miliardi, con un saldo negativo di 5,7 miliardi. Restiamo un mercato molto appetibile e diamo un forte contributo alla competitività europea

Roma, 19 marzo 2014 – L’Italia è il terzo contribuente netto dell’Ue. Il budget annuale dell’Unione europea è di circa 140 miliardi di euro, ovvero poco più dell’1% del Pil complessivo degli Stati membri. Il contributo italiano alla formazione del bilancio comunitario è pari a circa il 12% del totale. Le risorse versate dall’Italia all’Ue sono aumentate dai 14 miliardi di euro del 2007 ai 16,4 miliardi del 2012, mentre gli accrediti effettuati dall’Unione nel periodo si sono aggirati intorno ai 9-11 miliardi all’anno, determinando così un consistente saldo a nostro svantaggio: 6,6 miliardi nel 2011, 5,7 miliardi nel 2012. Sono 12 i Paesi che versano più di quanto ricevono. Il maggiore contribuente netto è la Germania, con un valore cumulato nel periodo 2007-2012 di 52,7 miliardi di euro e un saldo medio annuo negativo per quasi 9 miliardi. Al secondo posto c’è la Francia, con un valore negativo cumulato pari a 33 miliardi di euro e un saldo medio annuo negativo di 5,5 miliardi. L’Italia è il terzo contribuente netto, con 26,7 miliardi di euro cumulati nel periodo e in media 4,5 miliardi all’anno, nonostante noi occupiamo il 12° posto in Europa in termini di Pil pro-capite (25.600 euro per abitante rispetto ai 31.500 euro dei tedeschi e ai 27.700 dei francesi). Nel 2012, in particolare, abbiamo versato 16,4 miliardi di euro e abbiamo ricevuto indietro 10,7 miliardi, con un saldo negativo di 5,7 miliardi. Fra i percettori netti si collocano ai primi posti la Polonia (con 47 miliardi di saldi cumulati nel periodo 2007-2012 e una media di 8 miliardi all’anno), la Grecia (con 27,6 miliardi complessivi e un dato medio annuo di 4,6 miliardi), la Spagna (18,7 miliardi in totale e 3,1 miliardi in media all’anno).

Speso il 52,7% dei fondi comunitari a noi destinati. La dinamica degli accrediti risente anche della capacità progettuale e gestionale dei fondi europei da parte delle autorità italiane. Attraverso i diversi fondi strutturali di derivazione comunitaria e nazionale, nel periodo 2007-2013 l’Italia ha finanziato 52 programmi, per un volume iniziale di risorse pari a 59 miliardi di euro nei 7 anni di riferimento. Oggi l’importo complessivo risulta pari a 47,7 miliardi e il contributo proveniente dall’Unione europea si attesta sui 28 miliardi. Considerando la spesa certificata a partire dal 2009, a fine 2013 risulta assorbita una quota del 52,7%.

Isole di Ischia e Procida, corso di formazione gratuito per i dipendenti degli enti locali e per giovani diplomati e laureati interessati alla carriera amministrativa

  • PDF

carriera-amministrativaUn corso di formazione gratuito per i dipendenti dei Comuni delle Isole di Ischia e Procida e per giovani diplomati e laureati interessati alla carriera amministrativa si terrà nell’ isola d’ Ischia promosso ed organizzato dall’Università Telematica “Pegaso”, dal quotidiano “Il Golfo” e dall’“ANSI” (Associazione nazionale scuola italiana).

Il ciclo di studi dal titolo “Il Funzionario Comunale nella Riforma della Pubblica Amministrazione” è rivolto a tutte le categorie dei lavoratori degli enti locali isolani (livelli D, C e B) che saranno selezionati dalle rispettive amministrazioni. Il corso avrà la durata di tre mesi per complessive 36 ore. Le lezioni si terranno in orario di servizio, dalle 16 alle 19 presso l’Auditorium dell’Hotel Terme di Augusto di Lacco Ameno. La partecipazione sarà riconosciuta “formazione obbligatoria” con attestato finale firmato dal direttore del corso, Francesco Fimmanò, Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Telematica Pegaso.

Le lezioni saranno tenute da docenti universitari e da esperti del sistema delle Autonomie Locali.

Sciopero di 24 ore per la giornata di mercoledì 19 marzo 2014

  • PDF

scioperoAVVISO
Si rende noto che le OO.SS. FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, UGL TRASPORTI E FAISA-CISAL hanno proclamato uno sciopero di 24 ore per la giornata di mercoledì 19 marzo 2014.
Saranno comunque assicurate tutte le partenze delle corse previste nelle seguenti fasce orarie:

Pasqua 2014 della Parrocchia di S. Maria Maddalena

  • PDF

PasquaIl parroco della Parrocchia di S. Maria Maddalena Penitente in Casamicciola Terme, Sac. don Luigi Ballirano, comunica ai fedeli che, proseguendo la tradizione ultracentenaria, anche quest’anno il giorno di Pasqua in Piazza Marina si svolgerà la Sacra Rappresentazione della Resurrezione di Nostro Signore Gesú Cristo, evento di fede nonché di grande rilevanza turistica.

Per l’organizzazione della manifestazione, il Parroco ha nominato, mercoledí 12 marzo 2014, un Comitato.

Con gioia ritorniamo a casa!

  • PDF

stemmaOggetto: prima lettera pastorale del vescovo di Ischia Mons. Pietro Lagnese

Dal 16 marzo 2014 sul sito www.chiesaischia.it e in tutte le chiese della diocesi di Ischia sarà disponibile la prima lettera pastorale del vescovo di Ischia mons. Pietro Lagnese.

Una lettera scritta in occasione della Quaresima, un periodo “forte” per la Chiesa, utile per il cristiano per ritornare verso Dio.

“Le parole che desidero dirvi sento di doverle vivere prima io – afferma mons. Pietro nella lettera pastorale - e riconosco che esse chiamano me per primo ad un atteggiamento di conversione che, mi rendo sempre più conto, deve diventare la mia condizione permanente”.