Lunedì 01 Settembre 2014

Ultima modifica:08:58:15 GMT

RSS

Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel
Tu sei qui: Cultura Poesie e Racconti

Poesie e racconti

Lunghi capelli

  • PDF

A chiusura degli eventi della stagione estiva, alla Colombaia, storica residenza estiva di Luchino Visconti, dichiarata di interesse culturale e architettonico dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, si terrà la presentazione della raccolta di poesie  Lunghi Capelli (ed. Guida, 2012) di Angela Procaccini. La Preside ci regala la ciliegina sulla torta del ricco panorama artistico sviscerato negli ultimi mesi nello stabile viscontiano , infatti venerdì 12 pv alle ore 18.00 presenterà il suo ultimo lavoro. La professoressa Procaccini , ben nota sulla nostra isola, ed amata dagli studenti e docenti degli istituti superiori con indirizzo tecnico,oltre alle numerosissime onorificenze tra le quali quella di Grande Ufficiale della Repubblica, conferitale recentemente dal Presidente Napolitano, ricopre incarichi importantissimi nell’ambito culturale italiano. Tra questi ricordiamo:Componente effettivo del Comitato di Valutazione del servizio docenti e collaboratrice alla Presidenza, componente del Consiglio d’Istituto presso l’IPIA “A. Casanova ;Funzionario presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri nella Commissione per le Adozioni Internazionali ; ha lavorato presso l’Area Presidenza della Provincia di Napoli, organizzando nella Direzione Legalità e Sicurezza progetti di Intercultura e di Educazione alla Legalità per scuole ed Associazioni di Napoli e Provincia.

Capri, The Island Revealed, il libro di John Clay MacKowen sarà presentato il 1 Ottobre alle 16.30 alla Biblioteca Nazionale di Napoli.

  • PDF

Il Centro Caprense Ignazio Cerio e la casa editrice inglese Beaconsfield Publishers hanno ristampato il quasi introvabile Capri di John Clay MacKowen, pubblicato nel  lontano 1884. Il libro è interessante da diversi punti di vista:  anzitutto si tratta della prima “guida turistica” della storia  interamente dedicata all’isola, scritta da un letterato  addentro alle cose isolane poiché viveva da diversi anni sull’isola, ed infine per le novità che presenta in merito alla biografia del colonello della Casa Rossa ad Anacapri. Oltre alla ristampa del testo originale, il volume - curato dalla prof.ssa Anna Maria Palombi Cataldi -  è arricchito da aggiornamenti delle varie materie trattate da MacKowen, aggiornamenti effettuati a cura di esperti e studiosi dei vari campi della storia isolana:  la geologia dal professor Filippo Barattolo, la storia antica dal professor  Eduardo Federico, l’archeologia dalla professoressa Rossella Zaccagnini , gli usi e costumi da Carmelina Fiorentino, la biografia del colonnello e la storia moderna dalla professoressa Palombi, il tutto completato da foto e disegni inediti, foto contemporanee di Antonio Federico ed una aggiornata bibliografia.

La guida, divisa in capitoli che trattano della storia dell’isola fino a fine Ottocento, ha costituito per anni un punto di riferimento per inglesi e  americani che giungevano sull’isola e volevano apprendere di più della sua storia. Mackowen, “forestiero” che come tanti arrivò sull’isola e vi visse per circa vent’anni, fu un  valoroso combattente durante la Guerra Civile e visse a lungo in Europa, affascinato da tutte le manifestazioni artistiche del Vecchio Continente.

Presentazione del volume Casamicciola 1883. Il sisma tra interpretazione scientifica e scelte politiche presso il Senato della Repubblica.

  • PDF

Il terremoto di Casamicciola del 28 luglio 1883, nell’isola d’Ischia, è un esempio che ha fatto storia sul dibattito scientifico e sulle modalità di soccorso e gestione dell’emergenza. Questo è il contenuto del volume, a cura di Giuseppe Luongo, Stefano Carlino, Elena Cubellis, Ilia Delizia, Francesco Obrizzo, esperti di vulcanologia, geofisica, ambiente e urbanistica, presso l’Università di Napoli “Federico II” e presso l’Osservatorio Vesuviano – Sezione di Napoli dell’INGV.
Il saggio è già stato presentato alla comunità scientifica e ad un pubblico attento ai problemi dei rischi naturali all’Osservatorio Vesuviano-INGV, alla Feltrinelli di Napoli, a Casamicciola nella terra del terremoto e a Torre del Greco, città vesuviana tra le più esposte al rischio vulcanico, con un lusinghiero successo.
Non poteva mancare la presentazione del volume nel luogo dove vennero prese le decisioni politiche e promulgate le norme sui soccorsi nella fase dell’emergenza e sulla ricostruzione. I protagonisti di questa “vicenda” politico-scientifica, archetipo di altre che seguiranno nel nostro paese, sono Francesco Genala, all’epoca Ministro dei Lavori Pubblici, ed illustri personaggi del mondo scientifico: Henry James Johnston-Lavis, impegnato professionalmente come medico e studioso dei fenomeni sismici e vulcanici; Luigi Palmieri, direttore dell’ Osservatorio Vesuviano, che realizzò un originale sismografo elettromagnetico; Michele Stefano de Rossi, il primo a introdurre una moderna scala di intensità per i terremoti e a promuovere una rete sismica in Italia; Giuseppe Mercalli, che propose una nuova scala delle intensità universalmente riconosciuta e fu direttore dell’Osservatorio Vesuviano; Giulio Grablovitz, fondatore e direttore dell’Osservatorio Geodinamico di Casamicciola.

Procida: XXVI Edizione Premio Letterario “Procida Isola di Arturo – Elsa Morante”

  • PDF

Nel centenario della nascita di Elsa Morante, per la XXVI edizione del Premio Letterario “Procida Isola di Arturo - Elsa Morante” la giuria, composta da Giovanni Russo (Presidente), Mirella Serri, Alberto Sinigaglia, Antonio Lubrano, Elio Pecora, Ermanno Corsi, Paolo Peluffo, Gennaro Malgieri, Giacomo Retaggio, Lida Viganoni ed Enrico Scotto di Carlo, ha scelto di premiare Marcello Fois, per la sezione narrativa, con il romanzo “Nel tempo di mezzo” edito da Einaudi e Sergio Zavoli, nella sezione saggistica, con il libro ” Il ragazzo che io fui” edito da Mondadori.
Premio traduttori a Lorenza Di Lella e Giuseppe Girimonti Greco per la traduzione del libro, edito da Adelphi, “Il Barone Sanguinario” di Vladimir Pozner.

Terremoto: Frontiere della scienza e scelte della politica

  • PDF

Presentazione del volume Casamicciola 1883. Il sisma tra interpretazione scientifica e scelte politiche presso il Senato della Repubblica.
Il terremoto di Casamicciola del 28 luglio 1883, nell’isola d’Ischia, è un esempio che ha fatto storia sul dibattito scientifico e sulle modalità di soccorso e gestione dell’emergenza. Questo è il contenuto del volume, a cura di Giuseppe Luongo, Stefano Carlino, Elena Cubellis, Ilia Delizia, Francesco Obrizzo, esperti di vulcanologia, geofisica, ambiente e urbanistica, presso l’Università di Napoli “Federico II” e presso l’Osservatorio Vesuviano – Sezione di Napoli dell’INGV.
Il saggio è già stato presentato alla comunità scientifica e ad un pubblico attento ai problemi dei rischi naturali all’Osservatorio Vesuviano-INGV, alla Feltrinelli di Napoli, a Casamicciola nella terra del terremoto e a Torre del Greco, città vesuviana tra le più esposte al rischio vulcanico, con un lusinghiero successo.
Non poteva mancare la presentazione del volume nel luogo dove vennero prese le decisioni politiche e promulgate le norme sui soccorsi nella fase dell’emergenza e sulla ricostruzione. I protagonisti di questa “vicenda” politico-scientifica, archetipo di altre che seguiranno nel nostro paese, sono Francesco Genala, all’epoca Ministro dei Lavori Pubblici, ed illustri personaggi del mondo scientifico: Henry James Johnston-Lavis, impegnato professionalmente come medico e studioso dei fenomeni sismici e vulcanici; Luigi Palmieri, direttore dell’ Osservatorio Vesuviano, che realizzò un originale sismografo elettromagnetico; Michele Stefano de Rossi, il primo a introdurre una moderna scala di intensità per i terremoti e a promuovere una rete sismica in Italia; Giuseppe Mercalli, che propose una nuova scala delle intensità universalmente riconosciuta e fu direttore dell’Osservatorio Vesuviano; Giulio Grablovitz, fondatore e direttore dell’Osservatorio Geodinamico di Casamicciola.

Il Contastorie l’opera e l’autore in scena sull’Isola d’Ischia

  • PDF

Tra il 29 settembre ed il 7 ottobre va in scena la seconda edizione della fortunata kermesse letteraria in alcuni tra i luoghi più suggestivi dell’Isola d’Ischia (Villa Arbusto a Lacco Ameno, il Chiostro francescano e La Colombaia a Forio, la Biblioteca Antoniana ad Ischia). Conversazioni, dibattiti, recite, spettacoli.

Il Premio Capri 2012 assegnato a Kjell Espmark, un grande nome della letteratura svedese. La consegna avverrà sabato 8 Settembre 2012 nella Cappella di Villa San Michele, sede del Consolato di Svezia a Capri

  • PDF

Ad annunciare il nome del vincitore di quest’anno è stato il Presidente del Premio Claudio Angelini, noto giornalista, scrittore e poeta che ha diretto l’Istituto di Cultura Italiana a New York, e attualmente riveste la carica di Presidente della Dante Alighieri a New York. Il vincitore dell’edizione di quest’anno, quindi, è Kjell Espmark, poeta, narratore e saggista famoso in tutto il mondo e membro dell’Accademia di Svezia che ogni anno assegna i Premi Nobel. La motivazione con la quale è stato assegnato il Premio Capri 2012 a Espmark è “Una vita per la poesia”. Quest’anno,  in suo onore, il Premio è stato organizzato in collaborazione con la Fondazione Axel Munthe e la presenza del grande scrittore svedese è anche un’occasione per sottolineare il rapporto ideale che lega Capri al Premio Nobel. Infatti vincitori del Premio Capri, in altre edizioni, come ricorda Claudio Angelini, sono stati Czelaw Milosz, Josif Brodskij e Dereck Walcott, tutti e tre vincitori del Nobel. E per sottolineare questa collaborazione, Peter Cottino ConsolediSvezia nella sede caprese ha dichiarato : “E' con grande piacere che la Fondazione Axel Munthe e Villa San Michele da quest'anno vede sbocciare la collaborazione con un premio di poesia e letteratura così prestigioso e ‘alto’quale il Premio Capri - Capri Awards. Di qualità rara, ci offre l'opportunità di far riaffiorare in superficie e riecheggiare al suo interno quella vocazione che in Villa San Michele il suo creatore Axel Munthe aveva tentato di esprimere anche attraverso la letteratura. L'augurio è che questa edizione possa essere       l'inizio di una collaborazione a favore della poesia.”

La città dolente

  • PDF

Giovedì 6 settembre alle ore 18.00, nelle prestigiose sale dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli – Palazzo Serra di Cassano, sarà presentato il libro “La Città Dolente” (1909) che il medico svedese Axel Munthe (Oskarshamm 1857-Stoccolma 1949), venuto a conoscenza durante un suo soggiorno in Lapponia dell'epidemia di colera scoppiata a Napoli, scrisse nella città partenopea dove si era recato per offrire il suo aiuto.

Il libro contiene le corrispondenze che Munthe invia ad un giornale svedese durante la sua permanenza a Napoli negli ultimi mesi del 1884 e all'inizio del 1885. Munthe fa partecipi i lontani lettori della sua esperienza nei quartieri più poveri e più abbandonati della città, descrivendo quanto di inimmaginabile stia accadendo a tanti loro abitanti, ma insieme mettendo in evidenza "l'abnegazione, gli atti quasi eroici di sacrificio che facevano per aiutarsi fra loro".

Ne emerge un'immagine di Napoli viva, sofferta, contraddittoria, ma sempre dignitosa, come poteva costruirla uno scrittore che questa città amava e quindi capiva profondamente.

La presentazione del volume sarà introdotta dalla giornalista Armida Parisi con interventi di Antonella di Nocera (Assessore Cultura e Turismo Comune di Napoli), Gerardo Marotta (Presidente Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli), Katriona Munthe (nipote di Axel Munthe) e letture di Arnolfo Petri.

Al Marina 10 al via la rassegna “Spiegate ai ragazzi”. Ad Ischia arriva Toni Capuozzo

  • PDF

Il vicedirettore del TG5 e conduttore di 'Terra!' presenterà all’Hotel Marina 10 boutique&design di Casamicciola Terme sull’isola d’Ischia il suo ultimo libro, “Le guerre spiegate ai ragazzi”
Gli appuntamenti del ciclo “Spiegata ai Ragazzi”, questa volta vedranno protagonista il giornalista Toni Capuozzo, che presenterà il suo ultimo lavoro  letterario che offre ai lettori alcune risposte ai temi più scottanti del mondo in cui viviamo.
L'incontro che si terrà sabato 23 giugno 2012 presso la saletta del Caffè degli Artisti dell’Hotel Marina 10 di Casamicciola, ad ingresso libero, vedrà la partecipazione anche dell’attivissimo prete don Luigi Merola noto per il suo impegno civico e in particolar modo per la sua opposizione alla camorra che gli è costata un agguato al quale, fortunatamente, è scampato. Da allora il “prete coraggio”  vive sotto scorta, che lui ama definire «i miei angeli terreni». Don Luigi è anche consulente della Commissione Parlamentare Antimafia. A moderare l’importante ed atteso incontro-evento, la giornalista di TG5 Anna Maria Chiariello.