Giovedì 31 Luglio 2014

Ultima modifica:14:18:38 GMT

RSS

Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel
Tu sei qui: Cultura Poesie e Racconti

Poesie e racconti

Al via la 10^ Edizione del Premio Letterario Letizia Isaia

  • PDF

Letizia Isaia con Piero Angela nell'edizione 2011 del PremioL’Associazione Nazionale Luci Sulla Cultura,  organizza la 10^ Edizione del Premio Letterario Letizia Isaia, Concorso Nazionale di Narrativa, Saggistica, Poesia, Poesia Napoletana e Sezione Poesia Alda Merini per gli under 30.   La Giuria Presieduta dalla Presidente Letizia Isaia, è composta da illustri personaggi del mondo della cultura, e sarà resa nota il giorno della Premiazione.  Sarà possibile partecipare inviando i propri lavori entro il 15 Luglio 2012.

Fervono per l’Associazione Nazionale Luci Sulla Cultura i preparativi del  Decennale del Premio intestato a Letizia Isaia che come è noto, negli anni ’80, con i suoi libri, ha, tra l’altro, rivoluzionato la lingua italiana dando vita al Nuovo Linguaggio Italiano/Napoletano e al Nuovo Genere Letterario Narrativa/Saggistica.

Elsa Morante e i Ragazzi di Napoli

  • PDF

Il prestigioso Premio letterario presieduto da Dacia Maraini il 26 mattina a Palazzo Reale e, nel pomeriggio, il film di Roberto Faenza

Napoli – Sabato 26 maggio alle ore 10,30 presso il Teatrino di Corte di Palazzo Reale, si celebrerà l'edizione 2012 del Premio Elsa Morante Ragazzi. Dacia Maraini presiede la giuria composta da Francesco Cevasco, Vincenzo Colimoro, Maurizio Costanzo, David Morante, Paolo Ruffini, Emanuele Trevi, Teresa Triscari e Tjuna Notarbartolo (direttore della manifestazione). Con loro i tre vincitori, tra i quali una giuria di studenti eleggerà il super-vincitore: Teresa Buongiorno, nota firma della letteratura per ragazzi e il suo accattivante "Giovanna D'Arco, la ragazza dal vestito rosso" (Salani), lo scrittore americano Peter Cameron ed il suo intenso "Questo dolore un giorno ti sarà utile" (Adelphi), e Cecilia D'Elia con l'istruttivo e vivace "Nina e i diritti delle donne" (Sinnos).

Sul palco del Morante anche gli operatori del carcere minorile di Nisida che, coordinati da Maria Franco, premieranno il vincitore della sezione speciale Morante-Nisida- Roberto Dinacci l'ironico e iperrealista "Se Steve Jobs fosse nato a Napoli" di Antonio Menna (edito da Sperling & Kupfer).

In apertura la musica e le parole del raffinato ed istrionico cantautore Giovanni Block.

“Casamicciola 1883” Resoconto e prossima presentazione del volume nella terra del terremoto

  • PDF

Il volume “Casamicciola milleottocentottantatre. Il sisma tra interpretazione scientifica e scelte politiche” per i tipi della casa editrice Bibliopolis; autori Giuseppe Luongo e Ilia Delizia, dell’Università di Napoli “Federico II”,  e Stefano Carlino, Elena Cubellis, Francesco Obrizzo dell’Osservatorio Vesuviano – Sezione di Napoli dell’INGV, è stato presentato il 21 marzo all’Osservatorio Vesuviano-INGV, e il 28 marzo alla Feltrinelli di Napoli, con grande successo di partecipazione dei ricercatori dell’Osservatorio Vesuviano, del mondo accademico e di una vasta rappresentanza di un pubblico colto sensibile alle problematiche dei rischi naturali. 

Primo concorso letterario a Capri sul tema “racconto breve thriller” A cura dell’ Associazione Culturale Arcadia e Capri Press

  • PDF

“Era una notte buia e tempestosa…”. Colpi di scena e brividi, sono questi gli ingredienti dei racconti brevi che parteciperanno al I Concorso Letterario organizzato dall’Associazione Culturale Arcadia in collaborazione con Capri Press.

L’iniziativa, rivolta ai residenti dell’isola di Capri , suddivisi in due categorie, giovani dal 15 ai 25 anni e adulti  over 25, è stata ideata dai responsabili dell’associazione, che da due anni opera sul territorio isolano, promuovendo la cultura fantasy in tutti i suoi aspetti, dal gioco, inteso come veicolo di socializzazione e di sviluppo, ai fumetti, e al cinema, ed ora anche nel campo della letteratura con il concorso “Era una notte buia e tempestosa”. A giudicare le opere degli aspiranti scrittori, che avranno tempo fino al 15 Aprile per presentare i loro lavori, sarà una esperta commissione presieduta dallo scrittore, giornalista ed esperto di comunicazione Sasà Toriello e composta dalla giornalista Anna Maria Boniello e dalla professoressa Caterina Mansi.

Al via l’edizione 2012 del “Premio Biagio Agnes”

  • PDF

Giuria del Premio Agnes 2012Capri - Certosa di San Giacomo 16 Giugno 2012 - Designati i vincitori del Premio Biagio Agnes, il Premio Internazionale dell’Informazione presieduto da Simona Agnes che si svolgerà a Capri dal 15 al 17 giugno 2012, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Roma, 5 marzo 2012 - Si è riunita la Giuria del Premio Biagio Agnes designando i giornalisti vincitori della IV^edizione del celebre riconoscimento.

La Giuria, presieduta da Gianni Letta, è così composta: Giulio Anselmi, Maurizio Belpietro, Virman Cusenza, Giuliano De Risi, Giampiero Gramaglia, Roberto Iadicicco, Paolo Liguori, Pierluigi Magnaschi, Giuseppe Marra, Antonio Martusciello, Mauro Mazza, Roberto Napoletano, Mario Orfeo, Mario Pirani, Antonio Preziosi, Mario Sechi e, di diritto dai Presidenti dell’Ordine Nazionale dei Gironalisti Enzo Iacopino, della RAI Paolo Garimberti, che è anche Presidente Onorario del Premio, e della Regione Campania Stefano Caldoro.

Casamicciola 1883. Il sisma tra interpretazione scientifica e scelte politiche.

  • PDF

La casa editrice Bibliopolis è lieta di annunciare la pubblicazione del volume

Casamicciola 1883. Il sisma tra interpretazione scientifica e scelte politiche.

di G. Luongo, S. Carlino, E. Cubellis, I. Delizia, F. Obrizzo

“Una brusca interruzione e un profondo sconvolgimento sofferse la mia vita familiare per il terremoto di Casamicciola del 1883, nel quale perdetti i miei genitori e la mia unica sorella, e rimasi io stesso sepolto per parecchie ore sotto le macerie e fracassato in più parti del corpo”.

Bianco risveglio

  • PDF

ForioLa bella addormentata

dalla neve baciata.

Ischia si desta

sotto cristalli di ghiaccio.

Volteggiando nel cielo

ovunque si posan

vagabondi.

Un Racconto Fra Poesia, Degrado E Meraviglia

  • PDF

La luna di sopraVenerdì prossimo l’editore Graus torna ad Ischia con il romanzo di Francesco D’Angelo, “La luna di sopra”.

Dopo la calorosa accoglienza che l’estate scorsa gli ha riservato il pubblico dell’isola verde, venerdì prossimo 20 gennaio, per “Approdi d’Autore”, nuovo incontro ad Ischia con romanzo "La luna di sopra", di Francesco D’Angelo, pubblicato nell’autunno 2011: l'evento, promosso da Graus editore  e "Associazione Culturale Ischia", si svolgerà alle ore 18.00 presso la Biblioteca Comunale Antoniana,  Rampe di Sant’Antonio 5.

Coordina il noto e apprezzato giornalista ischitano Gaetano Ferrandino.

L’isola inaspettata dei coniugi Jones del “National Geographic”

  • PDF

spiaggia-castelloDorothea e Stuart Jones erano due giornalisti-fotografi americani della più importante rivista geografica del mondo, il "National Geographic", quando si fermarono ad Ischia probabilmente nella primavera del 1953. Scrissero un eccezionale reportage apparso nel numero di aprile 1954 e che Raffaele Castagna ha voluto interamente riproporre, con l'ampia documentazione fotografica nella sua "Rassegna d'Ischia" del mese di giugno 2010.

Perché Dorothea e Stuart vennero ad Ischia nel 1953 non sapendo nemmeno dell'esistenza di quest'isola "vicino a Capri" ? Iniziano il loro reportage proprio raccontando la scoperta o l'incontro e ne fanno il titolo: " Ischia, Island of the Unexpected" .

"Improvvisamente, fuori dalla foschia del Mediterraneo, ci appare un'isola verde, come per un trucco di prestigiatore. Dal ponte dell"Indipendenza" stavamo guardando la massa crescente del Vesuvio, oltre lo smog di Napoli, e cercando l'isola più famosa di Capri. Questa isola inaspettata sembrava più attraente. Piacevoli pini, come ombrelli proteggevano le bianche spiagge sparse tra audaci promontori. Le desolate rovine di un castello s'elevavano sulla scoscesa costa orientale. I villaggi erano disposti lungo la costa settentrionale e la gente si muoveva fra case di colore rosa ed ocra..." Stuart ricorda che l'"isola fu un "rest camp" dei servizi dell'armata britannica (vedere "Ischia, base navale inglese 1943-1946 di Giuseppe Silvestri – Valentino Editore 2005 n.d.r.) mentre la vicina Capri servì allo stesso scopo per gli americani".

Tags: Ischia