Giovedì 30 Ottobre 2014

Ultima modifica:09:41:36 GMT

RSS

Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel
Tu sei qui: Cultura Poesie e Racconti

Poesie e racconti

La Città d’Ischia vista da Conrad Haller

  • PDF

Castello-Aragonese-dipintoIl Comune di Ischia, l'unico fra i sei ad avere il titolo di "Città", si estende per circa 9 Km2 nella parte orientale dell'isola. Conta una popolazione di 18.896 abitanti. L'altitudine media è di 70 metri. Il territorio viene diviso in due toponimi principali: Ischia Porto, anticamente denominato "Villa dei Bagni" per la presenza di diverse terme e Ischia Ponte, l'antico "Borgo di Celsa". Altri quartieri sono S. Michele, S. Antuono, Campagnano, l'Arso, S. Alessandro.

Il Monumento-Simbolo è il Castello Aragonese detto così perché durante la dominazione aragonese (secolo XV) raggiunse il massimo splendore. Il Castello Aragonese con gli scogli di S. Anna è uno dei più bei ambienti naturali del mondo.

Conrad Haller era un mercante svizzero che viveva a Napoli negli anni '20 del 1800 e faceva parte di quella nutrita colonia di commercianti e banchieri svizzeri che caratterizzava l'economia del Regno di Napoli fra i quali i banchieri Meuricoffre ed i commercianti Gutteridge e Caflisch Haller scrisse il suo "Tableau topographique et historique des isles d'Ischia, de Ponza, de Vandotena; du cap de Misène et du mont Pausilipe" nel 1822 e lo firmò "Un Ultramontain" . E'stato sempre citato così fino a quando Paul Buchner (1886-1978) nel suo libro "Gast auf Ischia" (Ospiti ad Ischia) del 1968, la cui prima edizione italiana si deve al prof. Nicola Luongo nel 2002, scopre che si tratta proprio di Haller.

Tags: Ischia

Il sole scintillante di Lamartine

  • PDF

ischia-vista-artisti-800"Un sole scintillante marezzava il mare con fasci di fuochi e si riverberava sulle case bianche di una costa sconosciuta. Una leggera brezza, che proveniva da quella terra, faceva palpitare la vela sulle nostre teste e ci spingeva di cala in cala e di scoglio in scoglio. Era la costa dentata e a picco dell'incantevole isola d'Ischia che dovevo a lungo abitare in seguito e tanto amare. Mi appariva, per la prima volta, nuotando nella luce, sorgendo dal mare e perdendosi nell'azzurro del cielo, sbocciata come da un sogno di poeta durante il sonno leggero di una notte d'estate...."

Così Alphonse de Lamartine (Macon 1790 – Parigi 1869) nelle sue "Méditations" descrive il suo primo impatto con l'isola d'Ischia nell'estate del 1812. Lamartine soggiornò nell'isola d'Ischia tre volte - nel 1812, del 1820 e nel 1844 - sempre per lunghi periodi e sempre in una villa che si chiamava "La Sentinella" nel Comune di Casamicciola andata distrutta dal terremoto del 28 luglio 1883 e mai individuata dal più celebre biografo di Lamartine ad Ischia, Mons. Pasquale Polito (1907-1994) che amò moltissimo il poeta francese perché "è quello che ha più esaltato l'incanto dell'isola d'Ischia" .

Tags: Ischia

Ischia, l’Isola Verde vista dai visitatori forestieri

  • PDF

Giuseppe-Mazzella-IschiaUn giro dell'isola dalla Città d'Ischia, agli altri Comuni di Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Barano e Serrara-Fontana con le loro località o frazioni dalla penna di visitatori d'eccezione curato da Giuseppe Mazzella.

"Un giro dell'isola con la penna di alcuni visitatori forestieri di ogni tempo, senza riferimenti temporali perché questa è un'"isola senza tempo" e con una piccola scheda di ogni Comune come sono oggi (2011) lo offriamo ai nostri lettori di www.ischianews.com a puntate come si faceva una volta con le storie sulla "Domenica del Corriere". Grazie per averci seguito nell'anno che sta per chiudersi. Il viaggio continua ed è sempre affascinante con le sue luci e le sue ombre per conservare la bellezza dell'isola nostra e migliorarne il sistema economico e sociale!"

Tags: Ischia

Metafore dell'oblio

  • PDF

Biblioteca AntonianaVenerdì 2.12.2011, alle ore 18 presso la Biblioteca Antoniana di Ischia, per il secondo appuntamento 2011 del ciclo “La traccia e la memoria” curato da Remo Bodei e Francesca Luigi Rispoli, la prof. Francesca Rigotti (Università della Svizzera italiana) terrà una relazione sul tema “Metafore dell’oblio”. Introduzione di F.L. Rispoli

Filosofa, saggista e docente universitaria, Francesca Rigotti, nata a Milano nel 1951, ha insegnato a Göttingen e Zurigo e attualmente insegna all'Università della Svizzera italiana a Lugano. La sua ricerca è caratterizzata dalla decifrazione e dall’interpretazione delle procedure metaforiche e simboliche sedimentate nel pensiero filosofico, nel ragionamento politico, nella pratica culturale e nell’esperienza quotidiana. I suoi libri sono tradotti in undici lingue. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Partorire con il corpo e con la mente. Creatività, filosofia, maternità (Torino 2010), Gola. La passione dell’ingordigia (Bologna 2008); Il pensiero delle cose (Milano 2007); Il pensiero pendolare (Bologna 2006); La filosofia delle piccole cose (Roma 2004). Al 1995 risale invece il suo saggio Il velo e il fiume. Riflessioni sulle metafore dell'oblio («Iride. Filosofia e discussione pubblica»), in questo contesto ripreso e attualizzato.

Il Premio Elsa Morante 2011 Alla Protomoteca Del Campidoglio A Roma

  • PDF

Il 10 novembre prossimo, importanti nomi della cultura e della comunicazione italiana prenderanno parte alla cerimonia finale del prestigioso Premio letterario, intitolato alla grande scrittrice romana. Il Premio Elsa Morante, alla sua 25esima edizione, quest’anno è dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia e celebrerà i suoi vincitori presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma, alle ore 18,00 (ingresso libero fino ad esaurimento posti, previo prenotazione al 3332222632 o all’indirizzo mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ).

All’evento saranno presenti intellettuali e scrittori fra i più noti in Italia che compongono la giuria del Morante: Dacia Maraini (presidente di giuria), Andrea Camilleri, Enzo Colimoro, Maurizio Costanzo, Francesco Cevasco, Paolo Ruffini, Emanuele Trevi, Teresa Triscari e Tjuna Notarbartolo (direttore della manifestazione). Accanto a loro, i vincitori di questa edizione che sono:

Premio Internazionale di Poesia “Ciro Coppola”

  • PDF

Al via le manifestazioni conclusive

del Trentaquattresimo Premio Internazionale di Poesia Ciro Coppola

Con musiche di Bach, Beethoven e Scubert, il concerto della pianista tedesca Lotte Jekeli in programma giovedì 13 ottobre alle ore 16.30 presso il Museo Archeologico di Villa Arbusto a Lacco Ameno partono le manifestazioni conclusive della XXXIV Edizione 2011 del Premio Internazionale di Poesia "Ciro Coppola" per lo studente italiano e dell'Unione Europea – Premio del Presidente della Repubblica, organizzato dal 1978 dall'Associazione Pro Casamicciola Terme con il contributo della Regione Campania e dell'Amministrazione Comunale di Casamicciola Terme.

Gli appuntamenti proseguiranno sabato 15 ottobre alle ore 10 presso l'Aula Magna Vincenzo Mennella della Scuola Media "E. Ibsen" di Casamicciola Terme con i Lavori della Giuria Popolare di Studenti del XXIV Distretto Scolastico delle Isole di Ischia e Procida con la partecipazione degli autori delle liriche selezionate che quest'anno sono:

Scrittori russi “inviati speciali” alla scoperta di Capri con il Premio Gorky

  • PDF

 

Il 2 Ottobre a Capri lo scrittore russo Vladimir Sorokin

Dieci scrittori russi arriveranno a Capri per tutti i mesi invernali per rivivere le emozioni di Gorky in una Capri diversa e ammaliante. L’annuncio è stato dato da Antonio Crispino e Svetlana Cernomyrdina i due presidenti del Premio Gorky, che ogni anno nel mese di maggio nella cornice dell’isola di Capri premia i migliori scrittori e traduttori russi e italiani che vengono selezionati da una giuria internazionale. Grazie ad un protocollo d’intesa firmato con la Città di Capri e l’Assessorato alla Cultura e Turismo presieduto da Marino Lembo, domani prende il via un’altra iniziativa che vedrà sbarcare a Capri e rimanervi per un lungo periodo uno degli scrittori russi che partecipa al progetto “Nuove Fiabe Italiane”, un’ iniziativa che vedrà i più importanti scrittori russi contemporanei scrivere testi e racconti su Capri che saranno raccolti in una pubblicazione che uscirà nel 2012. Il primo scrittore che domani arriverà a Capri è il romanziere russo Vladimir Sorokin, che è stato premiato nell’ambito della seconda edizione del premio, svoltosi a Mosca nel 2010, che resterà sull’isola per raccogliere sensazioni ed atmosfere che saranno poi trasferite nel suo racconto.

Il contrabbando della vita. Passioni e politica nell' Italia del Risorgimento

  • PDF

Giovedì 22 Settembre 2011, Ore 21,00 a Villa Arbusto, Lacco Ameno ci sarà la presentazione del romanzo della scrittrice Emilia Sarogni «Il contrabbandodella vita. Passioni epolitica nell Italia del Risorgimento», edito dalla casa editrice Daniela Piazza, Torino. Sarà presente l autrice.

Il romanzo è ispirato al Risorgimento con le sue luci e le sue ombre, un romanzo avvincente di passioni e storia. Il protagonista, Salvatore Morelli, patriota della penisola salentina nella Napoli dei Borboni, vive la passione politica risorgimentale, la sensualità, l amore romantico, la visione profetica dei diritti civili negati alle donne e paga uno scotto durissimo per i suoi ideali nelle carceri borboniche, fra cui il carcere del Castello d Ischia.

Concorso Letterario Nazionale "Autore di te stesso 2011" di Recensione Libro.it

  • PDF

Autore di te stessoIl tuo sogno è quello di pubblicare un libro? Se hai un'opera inedita e vinci il Concorso Letterario "Autore di te stesso 2011" avrai la pubblicazione gratuita del romanzo. Scopri i premi per i vincitori di tutte le categorie.

Recensione Libro.it e la CSA Editrice, organizzatori della seconda edizione del Concorso Letterario Nazionale "Autore di te stesso 2011", offrono a tutti gli scrittori la possibilità di far conoscere i propri libri e i propri scritti al pubblico del web.

I premi messi in palio

Il Concorso Letterario Nazionale "Autore di te stesso 2011" mette a disposizione degli scrittori vincitori delle varie categorie grande visibilità ai propri libri attraverso vari canali: banner pubblicitari, scrittura e diffusioni di comunicati stampa, recensioni, attestato di partecipazione.

Il vincitore delle "Opere Inedite" si aggiudica inoltre la pubblicazione gratuita del suo libro con la CSA Editrice, che si occupa anche della distribuzione dell'opera a livello nazionale.