Giovedì 24 Luglio 2014

Ultima modifica:14:18:38 GMT

Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel
Tu sei qui: Sport Basket Accademia dei ragazzi

Accademia dei ragazzi

  • PDF
1

L’Accademia dei Ragazzi è stata fondata nel 2003  da Teresa Coppa, musicista, e da Salvatore Iacono, art manager, con l’obiettivo di curare la formazione di giovani talenti nelle principali discipline artistiche e dello spettacolo in una scuola che  potesse ospitare corsi che riguardano tutte le arti: dalla musica alla danza, dalle arti figurative a quelle drammatiche.

L’Accademia dei Ragazzi è situata nel centro storico di Forio d’Ischia ed occupa un’ala dello storico Palazzo Covatta eretto probabilmente nel XVII secolo, particolare per il suo stile di sapore orientale e barocco, per i suoi stucchi, per le sue arcate , per le volte a crociera e a padiglione, per la spettacolare vista sul porto. L’Accademia è articolata in diversi spazi adibiti ad aule o a sale da concerto per una copertura di 500 mq ai quali si aggiungono piacevoli spazi esterni immersi nel verde . Il teatrino dell’Accademia è collocato in un’ampia sala ricavata sotto un’immensa pietra tufacea (sulla quale si trova l’antica torre saracena simbolo del paese e denominata il “Torrione”), qui si svolgono i corsi collettivi di propedeutica musicale, Teatro, Belle Arti, i saggi di fine anno, le Master Classes, i concerti e gli spettacoli organizzati dall’Accademia. Una seconda ampia sala con maioliche decorate nello stile di Capodimonte (ora protette da un parquet) è adibita alle lezioni di danza ed ospita concerti da camera. Altre aule, più piccole , sono utilizzate per le lezioni individuali.

La Scuola - L’Accademia dei Ragazzi è stata fondata nel 2003 da Teresa Coppa, musicista, e da Salvatore Iacono, art-manager, con l’obiettivo di curare la formazione di giovani talenti nelle principali discipline artistiche e dello spettacolo in una scuola che potesse ospitare corsi che riguardano tutte le arti: dalla musica alla danza , dalle arti figurative a quelle drammatiche.

Vai al sito