Venerdì 31 Ottobre 2014

Ultima modifica:09:41:36 GMT

RSS

Font Size

Screen

Profile

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel
Tu sei qui: Viaggi Trasporti

Trasporti

Provvedimenti a margine degli episodi di violenza subiti dal personale Alilauro e avvenuti sul molo beverello

  • PDF

Nei week-end il traffico passeggeri da e per le isole del Golfo di Napoli si moltiplica fino a raggiungere cifre davvero importanti. Gli spazi dedicati alle fasi di imbarco di tali passeggeri sul Molo Beverello non sono spesso attrezzati al meglio per facilitare tali operazioni e spesso capita che gli animi si accendano e si verifichino spiacevoli eventi che non vorremmo mai riportare.

Infatti nella giornata di venerdì 22 giugno, durante le fasi di imbarco della corsa Napoli Beverello – Ischia delle ore 17.20 si sono verificati dei tafferugli culminati nell'aggressione di un marinaio della compagnia di navigazione Alilauro.

Ecco i fatti: il marinaio mentre effettuava le normali procedure di imbarco dei passeggeri ha riscontrato delle irregolarità sul titolo di viaggio di un passeggero. Tale passeggero, ha ben pensato di reagire in modo brusco e violento, malmenando il marinaio.

Servizi intermodali: da oggi si può acquistare insieme il biglietto dell'aliscafo Alilauro e del treno Trenitalia

  • PDF

E' partito da oggi, venerdì 22 giugno, il servizio intermodale unico nel suo genere, che permette di prenotare agevolmente da casa, in stazione o tramite smartphone e tablet sia il biglietto ferroviario che quello dell'aliscafo per le più belle località dell'arcipelago campano servite dalla compagnia di navigazione Alilauro S.p.A.

Diventa realtà una partnership già collaudata tra Alilauro S.p.A. e Trenitalia per offrire un servizio migliore e maggiormente dettagliato alla clientela che desidera organizzare in modo impeccabile la propria vacanza.

Trasporti marittimi, ecco la controffensiva dei sindaci

  • PDF

Introdurre la tassa di sbarco e destinare il gettito che ne deriverebbe per finanziare un bando pubblico attraverso il quale introdurre corse aggiuntive da e per Ischia a prezzi concordati.

È la proposta, in fase di definizione, intorno alla quale si stanno confrontando i sindaci dell'isola d'Ischia. Già ieri, nel corso di una riunione alla quale hanno partecipato Giosi Ferrandino (Ischia), Paolino Buono e Dionigi Gaudioso (Barano), Carmine Monti (Lacco Ameno), Arnaldo Ferrandino e Giuseppe Zabatta (Casamicciola), Michele Calise (Forio) e Rosario Caruso (Serrara Fontana) si è raggiunta una intesa di massima sulle mosse da intraprendere per spezzare il monopolio dell'armatoria privata e calmierare il mercato dei trasporti marittimi.

CAREMAR, è emergenza: si esprima il Cons. Regionale!

  • PDF

Giugno 07 '12 / Assemblea al Continental

Proposta autmare - federconsumatori

a) revoca della delibera di GR 444 del 9 agosto 2011 con la quale la Regione ha deliberato di procedere per la privatizzazione della Caremar con grave conseguenza sia in riferimento al diritto di mobilità che verrebbe condizionato dai profitti del vettore, sia in riferimento al consolidamento di una monopolizzazione dei trasporti nel golfo già oggi accentuata;

siamo per la gestione al 100% regionale e in subordine di una società pubblica al 51% già varata dal Consiglio Regionale nella passata legislatura; comunque è necessario che la questione venga affrontata in Consiglio Regionale

Alilauro informa

  • PDF

Per accedere alla tariffa agevolata riservata ai residenti bisogna esibire un
valido documento di riconoscimento e di certificazione della residenza presso
le biglietterie e all’imbarco.
Pur essendo equiparata ad un documento di riconoscimento la patente europea
non certifica la residenza della persona stessa.

Lotta al traffico, Ferrandino in pressing sull'Eavbus

  • PDF

Raggiunto l'accordo con i vertici dell'azienda: entro dieci giorni autobus di dimensioni più ridotte per via Alfredo De Luca e nuovo regime di corse

Dopo taxi, N.c.c e autobus turistici, Giosi Ferrandino passa alla razionalizzazione del trasporto pubblico su gomma. Nel corso del vertice con i dirigenti ischitani e napoletani della Eavbus, il sindaco di Ischia ha annunciato la volontà di emanare ordinanze restrittive per gli ingombranti autobus di linea che attualmente circolano per le strade di Ischia, in particolar modo per via Alfredo De Luca.

Adeguamento tariffe EAVBUS

  • PDF

I titoli di viaggio attualmente utilizzati, ed in esaurimento, saranno validi fino al 15 Giugno 2012. Pertanto, dal 16 Giugno i clienti in possesso di titolo non regolare saranno, ai sensi della L. 13/1998, soggetti alla sanzione amm.va.

I titoli con vecchia tariffa potranno essere convertiti, pagando la differenza, alla sede degli uffici in Via M. Mazzella 127 – 80077 Ischia nei giorni di Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,30, entro e non oltre il 31.07.2012

Lettera aperta sulla protesta di Capri

  • PDF

Anzitutto un sentito grazie alle istituzioni di Capri, al suo mondo associativo, ai giovani del forum, ai singoli cittadini ed agli ospiti di detto territorio per la lezione di cittadinanza attiva che hanno saputo dare e per aver, ancora una volta, alzare la testa e la voce sulle problematiche marittime contro le clientelari politiche regionali e contro gli  affari di pochi di pochi privilegiati.

Sbaglia di grosso che vorrebbe associare l’imponente manifestazione popolare di Capri - che ha come primi protagonisti i parroci del paese con le loro campane delle 06 del mattino per la sveglia, e le altre in cantiere a Procida e ad Ischia  - solo ai rincari tariffari ed alla sfida armatoriale di negare  ai residenti la tariffa ridotta  nei giorni festivi: c’ è sicuramente questo, ma non solo questo!

Trasporti marittimi, Ferrandino guida la rivolta di Ischia «Azione unilaterale, pretendiamo rispetto»

  • PDF

«I nuovi aumenti alle tariffe annunciati in queste ore dalle compagnie private di navigazione sono una ulteriore dimostrazione dello stato di totale anarchia che vige nel comparto dei trasporti marittimi del Golfo di Napoli. È evidente a questo punto che l'assessore Vetrella non riesce ad assicurare, nella gestione delle sue deleghe, quella risposta politica che gli chiediamo da tempo e in assenza della quale non si troverà mai il punto di equilibrio tra le legittime aspettative economiche di chi fa impresa e l'inviolabile diritto alla mobilità di un'isola che vive di turismo».